Bando contributi per la digitalizzazione Industria 4.0 - 3° edizione | Projecta

Bando contributi per la digitalizzazione Industria 4.0 – 3° edizione

Argomenti collegati:

Immagine post

A seguito del “Punto Impresa Digitale” (PID), promosso dal Ministero dello Sviluppo economico, la Camera di Commercio di Treviso-Belluno, ha indetto un “Bando contributi digitali I4.0 – 3° edizione” per promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), di tutti i settori economici attraverso il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad approcci green oriented del tessuto produttivo.

Il Bando intende favorire l’acquisizione di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Transizione 4.0.

Sono previste due misure di finanziamento relative ad interventi avviati dal 01.01.2021, le cui spese, al netto di IVA, sono state sostenute fino al termine ultimo per la presentazione della domanda di contributo:

  • MISURA A: acquisizione di servizi di consulenza finalizzati all’introduzione di tecnologie di innovazione tecnologica I4.0.
    Minimo spesa 4.000 € – max spesa non previsto (contributo massimo ottenibile è pari a 6.000 €)
  • MISURA B: acquisto di beni strumentali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale strettamente connessi al progetto di digitalizzazione aziendale secondo il modello Impresa 4.0.
    Minimo spesa 5.000 € – max spesa non previsto (però il contributo massimo ottenibile è pari a 12.000 €)
MISURAInvestimento minimo*Importo max del contributo
a) Acquisto di servizi di consulenzaeuro 4.000,00euro 6.000,00
b) Acquisto di beni strumentalieuro 5.000,00euro 12.000,00
Importo massimo del contributo erogabileeuro 18.000,00

*Sommatoria delle spese ammissibili obbligatoriamente da sostenere a pena di decadenza

L’intensità del contributo è pari al 50% della spesa sostenuta e effettivamente ammissibile, al netto di IVA e di altre imposte e tasse. Per le imprese richiedenti iscritte nell’elenco per l’attribuzione del “Rating di Legalità”, l’aiuto sarà pari al 60% della spesa ammissibile, fermo restando l’importo del contributo massimo e dell’investimento minimo.

Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente Bando le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese aventi sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Treviso-Belluno.

Le richieste di contributo devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov, dalle ore 10:00 del 29.03.2021 fino al momento in cui risulteranno esaurite le risorse stanziate e, comunque, entro e non oltre le ore 24:00 del 30.11.2021. Al di fuori di tale intervallo temporale, la piattaforma telematica non accetterà l’invio di domande.

La richiesta di contributo dovrà allegare la seguente documentazione, sottoscritta digitalmente dal titolare/legale rappresentante dell’impresa partecipante:

  • MODELLO BASE generato dalla piattaforma Webtelemaco;
  • ALLEGATI AL MODELLO BASE:
    • a. modulo di domanda, comprensivo della dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà;
    • b. “Modulo Misura”, contenente le informazioni sull’intervento, le tecnologie oggetto dell’intervento gli obiettivi ei risultati ottenuti;
    • c. copia delle fatture e degli altri documenti di spesa, di quanto dichiarato;
    • d. eventuale autocertificazione del fornitore;
    • e. curriculum, del soggetto incaricato referente del progetto;
    • f. nel caso di acquisto di beni strumentali (Misura B), autodichiarazione del legale rappresentante o perizia tecnica giurata o attestato di conformità.

Se sei un’azienda delle province di Treviso e Belluno che può beneficiare del bando rivolgiti a Projecta!

Iscriviti alla newsletter