INDUSTRIA 4.0 è anche FORMAZIONE 4.0 - Projecta

INDUSTRIA 4.0 è anche FORMAZIONE 4.0

Formazione 4.0 per raggiungere gli obiettivi dell'Industria 4.0

Come viene sviluppato un piano di Formazione 4.0

La formazione per la creazione e il consolidamento di competenza in tecnologie abilitanti a realizzare l’Industria 4.0 è un investimento necessario e fondamentale per raggiungere pienamente la trasformazione tecnologica e digitale delle aziende.

Importante e delicata è la fase iniziale di pianificazione e progettazione del corso per poter soddisfare le specifiche esigenze del cliente e trovare il personale docente in possesso delle necessarie capacità professionali e specialistiche per il trasferimento della conoscenza nelle tecnologie abilitanti 4.0 applicate ai processi industriali.

Nel caso ad esempio di un’azienda cliente del settore del legno arredo, per sviluppare competenze ed abilità relative a processi di pensiero e modalità di comportamento trasversali nel personale dell’azienda, ProJEcta ha sviluppato un corso di formazione di 155,50 ore selezionando formatori esperti in:

  • software di gestione della produzione e integrazione degli impianti in ottica INDUSTRIA 4.0;
  • tecnologie informatiche, soluzioni applicative, gestionali aziendali e infrastrutture IT;
  • progettazione, sviluppo e collaudo di soluzioni software di gestione della produzione;
  • automazione dei processi produttivi in ottica Industry 4.0;
  • algoritmi per l’ottimizzazione del nesting (ottimizzazione del taglio del legno per elementi per mobili) per “azzerare” gli sfridi nel taglio pannelli e utilizzare le rimanenze di magazzino.

Il progetto formativo dal titolo “DIREZIONE SMART FACTORY” è stato poi presentato alla REGIONE VENETO: valutato di alto interesse è stato finanziato dalle risorse del FONDO SOCIALE EUROPEO.

Gli obiettivi, le attività formative e i risultati attesi

L’obiettivo strategico era la transizione da fabbrica tradizionale a fabbrica intelligente, per garantire la competitività aziendale e la continuità lavorativa anche negli anni che verranno.

Dopo aver smantellato gradualmente il vecchio sistema gestionale ormai obsoleto sostituendolo con un ERP di nuova generazione, si sono supportati i cambiamenti per trasformarla in fabbrica intelligente con un’intensa attività di formazione delle figure chiave di ogni reparto e ufficio aziendale in modo da spingere il personale formato ad assumere comportamenti più collaborativi e a dare maggiore rilievo al lavoro in team.

Il corso ha coinvolto 16 dipendenti con ruoli chiave nel progetto di transizione 4.0 e suddiviso in 4 tematiche principali.

DIREZIONE SMART FACTORY

DIREZIONE SMART FACTORY

Sviluppare le competenze necessarie a identificare i rischi nei progetti di automation engineering e trasformazione 4.0, valutandone probabilità/impatto, pianificando e monitorando le relative strategie di risposta. Sviluppare la consapevolezza dei rischi derivanti da una trasformazione digitale e apprendere i principi, metodologie e tecniche dell’Enterprise Risk Management.

DIVENTARE UN’ORGANIZZAZIONE ADATTIVA

DIVENTARE UN’ORGANIZZAZIONE “ADATTIVA”

Progettare in modo adattivo il cambiamento dell’organizzazione aziendale in ottica 4.0, introducendo modelli innovativi finalizzati a migliorare il benessere e le performance dei lavoratori, risolvendo nel contempo le inefficienze operative, risparmiando costi ingiustificati e diminuendo lo spreco di prodotti e rendendo più trasparenti tutti gli step operativi.

POTENZIALITÀ DI UN ERP DI ULTIMA GENERAZIONE

POTENZIALITÀ DI UN ERP DI ULTIMA GENERAZIONE

Creare consapevolezza sulle potenzialità di un ERP di ultima generazione e delle sue possibili integrazioni con MES e IoT (Internet of Things) in modo da connettere tra loro i macchinari già presenti all’interno della fabbrica, migrando dunque l’organizzazione dal tipo tradizionale a quello smart.

icone-04

INTEGRAZIONE DELL’ERP AZIENDALE CON I SISTEMI DI ESECUZIONE DELLA PRODUZIONE (MES)

Permettere ai manager di produzione e di stabilimento di intervenire direttamente sui processi, utilizzando agevolmente le informazioni raccolte dal sistema in vari ambiti, ad es. dall’area commerciale, dal sistema di pianificazione degli acquisti, dalla gestione delle risorse aziendali (impianti e strumenti), dalla logistica.

Per raggiungere gli obiettivi formativi i partecipanti hanno svolto attività di gruppo per applicare le conoscenze acquisite alle situazioni problematiche aziendali (Problem Based Learning), utilizzando un formato basato sui problemi reali dell’impresa e seguendo i principi del design thinking.
La formazione si è svolta tutta in presenza, in orario di lavoro, nell’aula aziendale dedicata. Unica eccezione, dettata dalle restrizioni imposte dal COVID-19, è stata la lezione finale di 4 ore dell’INTERVENTO 4 che si è svolta tramite piattaforma online in modalità sincrona.

Il monitoraggio e la valutazione dell’attività formativa e del progetto in generale sono stati effettuati attraverso un “Piano della Qualità” che descrive le fasi del monitoraggio, le metodologie, gli strumenti e i risultati finali, relativi alle azioni formative e alle fasi del progetto dal punto di vista della qualità organizzativa e gestionale.

L’attività di valutazione si è svolta con l’utilizzo di test teorici e pratici definiti ex ante allo scopo di garantire l’oggettività e l’affidabilità della prova e determinare con obiettività i livelli di competenze acquisite. I test si sono svolti al termine del singolo intervento formativo.

Con ProJEcta puoi definire un piano formativo personalizzato per trasferire alle risorse umane della tua azienda le competenze tecniche e trasversali necessarie per entrare nell’Industria 4.0.

Richiedi una consulenza

Iscriviti alla newsletter